Corso Pianificare, gestire e valutare obiettivi di qualità

 79 IVA esclusa

CREDITI FORMATIVI

6 CFP CNPI 0.375 CFP CONAF

Descrizione

Le organizzazioni, indipendentemente dal settore merceologico, sono sovente troppo concentrate sulla routine quotidiana: la giusta focalizzazione “sull'oggi” le induce, inevitabilmente, a non riuscire a gestire in modo efficace e sistematico la pianificazione del miglioramento.

Poiché il fine ultimo resta il raggiungimento sostanziale (e misurabile) degli obiettivi che l’organizzazione si è posta, mentre la pianificazione formale ne rappresenta il mezzo, il corso non impone l’applicazione pedissequa e aprioristica di tutti gli strumenti proposti. Ne consegue che i modelli presentati dovranno essere sviluppati in modo sartoriale, in funzione di variabili quali la complessità dell’obiettivo, la natura e consistenza delle risorse da investire e, non ultimo, gli attori chiamati al decision making (obiettivo strategico, tattico, operativo?).

Oltre al materiale trattato durante il corso (che resta come sempre appannaggio del corsista) vengono consegnati ulteriori documenti:

  • crono-programmi (inerenti i casi pratici 1 e 2)
  • proposta di intervento di consulenza, rapporto di audit (caso pratico 3)

I documenti sono modificabili in modo da poter costituire una base metodologica per il successivo utilizzo, sempre in forma sartoriale, negli specifici contesti di interesse.

Al fine di rompere la routine della formazione erogata in remoto, durante il corso il docente interagisce con alcuni corsisti che pongono questioni e domande.

Docente: Maurizio Michieli - Lead auditor, responsabile del Centro formazione CSQA, Direttore della Scuola di management agroalimentare CSQA.

Obiettivi

Agevolare il raggiungimento di obiettivi:

  • da perseguire in modo pianificato e coerente con le strategie organizzative e le attese delle parti interessate interne ed esterne;
  • con l’ausilio di chiari indicatori, volti a testimoniare il grado di conformità rispetto alle attese in termini di efficacia, flessibilità ed efficienza.

Il modello proposto, metodologicamente corretto e sostanzialmente efficace in quanto già testato con successo nella pratica operativa, resta relativamente (e volutamente) semplice e non vuole sostituirsi in toto ad altre metodologie eventualmente già in essere nell'organizzazione (quali ERM – Enterprise Risk Management, BMC - Business Model Canvas e così via).

 

SPESSO COMPRATI INSIEME

  1. Spiegazione degli strumenti utilizzati nella pianificazione di obiettivi di miglioramento:
    • Modello APP (i “4 passi”)
    • Modello dei 4 check
    • Modello dei 6 cappelli (Edward De Bono)
    • Modello SPDCA
    • Modello CARO (Contesto, Attese, Rischi, Opportunità)
    • Modello delle 10 M
    • Modello di indicatori «CEFE»
  2. Applicazione degli strumenti in 3 casi reali:
    • Potenziamento della “componente servizio” in una azienda manifatturiera
    • Lancio sul mercato di un nuovo prodotto
    • Allineamento del sistema qualità (certificato ISO 9001) alle strategie organizzative
  • risorse interne al contesto organizzativo a vario titolo coinvolte nella pianificazione del miglioramento (Direzione, Quality manager, responsabili di processo…)
  • risorse esterne (coach, formatori, consulenti, auditor…)

3 ore

Il corso è accreditato dal Consiglio Nazionale dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati e riconosce 6 crediti formativi CNPI.

Il corso è accreditato dal Consiglio dell'Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali e riconosce 0.375 crediti formativi CONAF.

Assistenza rapida

0545 199 0104

Desideri informazioni sul corso?

Ti contatteremo telefonicamente per darti tutte le informazioni sul corso.

HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI?