Corso Formazione Dirigenti per la Sicurezza sul Lavoro

 159 IVA esclusa

CREDITI FORMATIVI

16 CFP CNPA 19 CFP CNPI 16 CFP CNI

Descrizione

L’accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 s.m.i., in attuazione dell’articolo 37 comma 7 del Decreto Legislativo 81/2008, prevede che il dirigente frequenti, in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro, uno specifico percorso formativo di durata minima di 16 ore e scadenza quinquennale.

Il corso di formazione ha lo scopo di fornire ai partecipanti le conoscenze per la gestione dei compiti in ambito di salute e sicurezza sul lavoro delegati dal Datore di Lavoro ai Dirigenti e si articola nei seguenti contenuti:

Modulo 1 Giuridico – Normativo:
La base giuridica è un requisito necessario per approfondire il contenuto dei moduli seguenti ed è un tassello che non può mancare nella costruzione del ruolo di Dirigente ai fini della sicurezza.

Modulo 2 Gestione ed organizzazione della sicurezza:
Esistono svariati modelli di gestione della salute e sicurezza, l’approfondimento specifico con anche risvolti pratici è utile alla figura del Dirigente per poter organizzare al meglio la propria attività e fare in modo che questa risulti funzionale in base alla tipologia di azienda nella quale il soggetto si trova ad operare.

Modulo 3 Individuazione e valutazione dei rischi:
Lo scopo di questo approfondimento è di consegnare al Dirigente gli strumenti per effettuare la gestione dei propri compiti in ottica di salute e sicurezza sul lavoro, comprendendo che essa non può prescindere dalla visione complessiva di qualsiasi aspetto aziendale.

Modulo 4 Comunicazione, formazione e consultazione dei lavoratori:
Il ruolo del Dirigente richiede una competenza relazionale ed una consapevolezza del ruolo, la collaborazione e la condivisione con tutti i lavoratori delle policy aziendali è fondamentale per la buona gestione della salute e sicurezza all’interno dell’azienda

Il corso è valido ai sensi dell’art. 37 del D.Lgls 81/2008.

  • Modulo 1 - Giuridico/normativo
    • Sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori
    • Organi di sicurezza e procedure ispettive
    • La responsabilità amministrativa delle persone giuridiche D.Lgs. 231/2001 e s.m.i.
    • Soggetti del sistema di prevenzione aziendale
  • Modulo 2 - Gestione ed organizzazione della sicurezza
    • Modelli di organizzazione e gestione della sicurezza sul lavoro
    • Gestione della documentazione tecnico-amministrativa
    • Obblighi connessi al contratto d’opera e di somministrazione
    • Organizzazione della prevenzione incendi, primo soccorso e gestione delle emergenze
    • Modalità di esercizio della funzione di vigilanza delle attività lavorative
    • Ruolo del Responsabile e degli addetti del Servizio di Prevenzione e Protezione
  • Modulo 3 - Individuazione e valutazione dei rischi
    • Criteri e strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi
    • Stress lavoro-correlato
    • Il rischio ricollegabile alle differenze di genere, età, alla provenienza da altri paesi e alla tipologia contrattuale
    • Il rischio interferenziale e la gestione del rischio nello svolgimento di lavori in appalto
    • Le misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione in base ai fattori di rischio
    • Mancati infortuni e partecipazione dei lavoratori e preposti nella loro segnalazione
    • Dispositivi di Protezione Individuale
    • Sorveglianza sanitaria
  • Modulo 4 - Comunicazione, formazione e consultazione dei lavoratori
    • Competenze relazionali e consapevolezza del ruolo
    • Importanza strategica dell’informazione, della formazione e dell’addestramento quali strumenti di conoscenza della realtà aziendale
    • Tecniche di comunicazione
    • Lavoro di gruppo e gestione dei conflitti
    • Consultazione e partecipazione dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza
    • Natura, funzioni e modalità di nomina e di elezione dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

Il corso è rivolto ai dirigenti.

16 ore

Il corso prevede il riconoscimento di 16 crediti formativi previsti dal regolamento CNPAPAL. I cfp saranno inseriti dalla segreteria del Collegio Territoriale di appartenenza dopo aver inoltrato l’attestato.

Il corso è accreditato dal Consiglio Nazionale dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati e riconosce 19 crediti formativi CNPI.

Il corso è accreditato dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri e riconosce 16 crediti formativi CNI.