Corso Bonifica siti contaminati

 179 IVA esclusa

CREDITI FORMATIVI

12 CFP CNG

Descrizione

Il contesto normativo che sovraintende e regola la bonifica dei siti contaminati è presentato nel suo excursus temporale degli ultimi decenni e nel contesto di riferimento internazionale. Come primo atto normativo si fa riferimento al D.lgs. 22/97, il cosiddetto Decreto Ronchi, in particolar modo all'articolo 17. Poi si analizza il D.M. 471/99, che più nel dettaglio è entrato nelle definizioni di siti contaminati, tecniche di caratterizzazione e procedure di bonifica.

E' trattato il Testo Unico sull'Ambiente (D.lgs. 152/2006) e ci sono riferimenti al D.M. 471/99. Si approfondiscono nel dettaglio gli aspetti connessi all'analisi del rischio, e come sono stati introdotti nella normativa italiana.

E' analizzata la struttura dei documenti cardine per il piano di caratterizzazione e per l'analisi del rischio. Se ne studiano i contenuti richiesti ed i criteri metodologici necessari per una loro corretta redazione.

L’analisi del piano di caratterizzazione riguarda le fasi di progettazione, cantiere, prelievo, analisi dei campioni, elaborazione ed interpretazione dei dati analitici.

L’analisi del rischio viene spiegata partendo dalla definizione di rischio ed è analizzata nei criteri metodologici richiesti dalle normative tecniche vigenti.

  • Il contesto normativo di riferimento
  • Il piano di caratterizzazione
    • Lo studio preliminare
    • Le metodologie di campionamento
    • Il piano di analisi
    • I principi fondamentali per la qualità dei dati
    • Elaborazione ed interpretazione dei dati
  • Criteri metodologici per l’analisi dei rischi

Il corso è rivolto a tutti i tecnici che operano nel campo della protezione dell’ambiente.

12 ore

Il corso è accreditato dal Consiglio Nazionale dei Geologi e riconosce 12 crediti formativi.

Assistenza rapida

0545 199 0104

Desideri informazioni sul corso?

Ti contatteremo telefonicamente per darti tutte le informazioni sul corso.

HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI?